Studi di ricerca scientifici

RESEARCH ❤️ THE ORiGiNALS! ®™©
Consumo dei grassi: corsa ed esercizio sul rebounder a confronto
(International Journal of Sports Science 09.06.2016)

Uno studio recente, pubblicato sull’International Journal of Sports Science, ha dimostrato che saltare sul tappeto elastico (rebounder) è due volte più efficace che correre, per il miglioramento delle capacità aerobiche e il 50% più efficiente nella combustione dei grassi. È stato inoltre dimostrato che il training sul “trampolino” migliora la capacità di slancio verticale.

Lo studio, della durata di 8 settimane, prevedeva che i partecipanti si allenassero per 3 giorni su 7 e che per il resto mantenessero “le proprie usuali abitudini di dieta e stile di vita” per tutto il periodo in analisi.

I miglioramenti cardiovascolari dei partecipanti sono stati misurati in base al “VO2MAx”, l’indice di trasformazione dell’ossigeno. Riportando la definizione della University of California, il “VO2Max” è il “gold standard per la valutazione della forma fisica generale”. Nel corso dello studio il valore del “VO2Max” ha raggiunto il 7,82% (4 ml / kg / min) nel gruppo che si allenava sul tappeto elastico e il 3,05% nel gruppo che praticava la corsa.

L’attività sul rebounder ha comportato dunque un miglioramento della capacità aerobica più che doppio rispetto alla corsa.

Lo studio ha inoltre dimostrato che saltare ha un efficacia considerevolmente maggiore per la riduzione del grasso corporeo. Prova ne è il fatto che nel gruppo che si è allenato sul rebounder la percentuale di grasso si è ridotta del 31,61%, mentre in quello che ha praticato la corsa è diminuita del 20,3%. Alla luce dei risultati sensibilmente diversi, i ricercatori hanno commentato il modo in cui il nostro corpo reagisce allo stretching, alla corsa e all’esercizio sul tappeto elastico rilevando che “rispetto alla corsa, il training elastico comporta una quantità e una varietà maggiori di movimenti, oltre a un consumo più elevato di energia”.

È stato sottolineato infine, che “il training sul rebounder è molto più efficace rispetto alla comune corsa per aumentare il consumo massimo di ossigeno e per ridurre il grasso corporeo. L’esercizio sul tappeto elastico ha influito in modo significativo anche sulla capacità di slancio verticale”.

Lo studio completo è disponibile nel sito di Scientific & Academic Publishing.

NB: ricordiamo che lo stesso studio era stato effettuato dalla NASA negli anni ’80 dove, oltre alla maggiore efficienza cardio-vascolare si dimostrò il grande vantaggio dell’assenza dell’impatto al suolo sul tappeto elastico che invece la comune corsa prevede e quindi il rischio di micro-traumi ed usura all’apparato muscolo-scheletrico. Per questo motivo diventa già in quegli anni, un protocollo riabilitativo per gli astronauti che in assenza di gravità perdevano tessuto muscolo-scheletrico e di ritorno dalle loro missioni spaziali erano a rischio di infortuni. (dal libro: The Miracles of Rebound Exercise di Albert E. Carter – ©1988 by American Institute of Reboundology) – NASA (PubMed Abstract Nov. 1980).

Studia inotra il confronto tra il Rebounder (Rimbalzatore) ed il Treadmills (Tapis roulant): www.rebound-air.com

prof. Cristiano Ckris* Verducci